Comune di Tirano - Piazza Cavour, 18 - 23037 Tirano (SO) - Codice fiscale Partita I.V.A. 00114980147 - P.E.C. comune.tirano@legalmail.it - Codice IPA: UF9KER

Comune di Tirano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Servizi Demografici Avvisi - Comunicazioni Per chi partecipa alla contesa elettorale

Per chi partecipa alla contesa elettorale

E-mail Stampa PDF

ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE PER L’ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO  COMUNALE

PREMESSA

Le presenti  indicazioni hanno lo scopo di fornire alle Amministrazioni comunali e a tutti coloro che volessero partecipare alla competizione elettorale, per la elezione alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale, una opportuna guida nel compimento delle operazioni relative alla presentazione delle candidature.
A tal fine si rammenta che il decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 197, ha recepito la direttiva comunitaria che prevede, per le elezioni comunali, l’attribuzione dell’elettorato attivo e passivo ai cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia. L'iscrizione nelle liste elettorali aggiunte, dei suddetti cittadini, consente loro l'esercizio del diritto di voto per l'elezione del Sindaco, del Consiglio del Comune e della Circoscrizione, nelle cui liste sono iscritti, l'eleggibilità a Consigliere e l'eventuale nomina a componente della Giunta del Comune in cui sono eletti consiglieri, con esclusione della carica a vice Sindaco.
Com'è noto,  oltre  all'Italia,  i paesi che fanno parte dell'Unione Europea sono i seguenti: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda,  Lettonia,  Lituania,  Lussemburgo,  Paesi  Bassi,  Polonia,  Portogallo,  Regno  Unito, Repubblica Ceca, Repubblica di Cipro, Repubblica di Malta, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.
Con  legge  23  novembre  2012,  n.  215,  concernente  “Disposizioni  per  promuovere  il riequilibrio delle rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte degli enti locali e nei consigli regionali. Disposizioni in materia di pari opportunità nella composizione delle commissioni di concorso nelle pubbliche amministrazioni”, è stata introdotta la parità di accesso alle cariche elettive e agli organi esecutivi dei comuni e delle province.
La firma di accettazione della candidatura e le firme dei sottoscrittori delle liste devono essere autenticate da: notaio, giudice di pace, cancellieri e collaboratori delle cancellerie delle corti d’appello, dei tribunali e delle sezioni distaccate dei Tribunali, segretari delle procure della Repubblica, presidente della provincia, sindaco, assessore comunale e provinciale, presidente del consiglio comunale e provinciale, presidente e vice presidente del consiglio circoscrizionale, segretario comunale e provinciale, funzionario incaricato dal sindaco e dal presidente della provincia, consiglieri comunali e provinciali che comunichino la propria disponibilità rispettivamente al sindaco ed al presidente della provincia.

N.B. si rappresenta, tuttavia, alla luce delle sentenze del Consiglio di Stato, sezione  quinta, 31 marzo 2012,  n.  1889,  e  21  gennaio 2014,  n.  715,    che    il consigliere provinciale è legittimato ad autenticare le firme degli elettori e dei candidati  per l’elezione dei sindaci ed il rinnovo dei consigli dei comuni della sua provincia, mentre il consigliere comunale ha analoga legittimazione solo per la elezione del sindaco ed il rinnovo del consiglio del comune nel quale opera.

PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI:

D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570; Legge 21 marzo 1990, n. 53; Legge 25 marzo 1993, n. 81; D.P.R. 28 aprile 1993, n. 132; D.Lgs. 12 aprile 1996, n. 197; Legge 30 aprile 1999, n. 120; D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Legge 25 marzo 2009, n. 26
Legge 23 dicembre 2009, n. 191, come modificata dalla legge 42/2010; D.L. 13 agosto 2011, n. 138 conv. in legge 14 settembre 2011, n. 148;
Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104;
Sentenza Consiglio di Stato, Sezione Quinta, 31 marzo 2012, n. 1889; Legge 23 novembre 2012, n. 215;
Decreto Legislativo 31 dicembre 2012, n. 235;
Sentenza Consiglio di Stato, Sezione Quinta, 21 gennaio 2014, n. 715;
LEGGE 7 aprile 2014, n. 56    Disposizioni sulle citta' metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni.

Articolo 71 t.u.o.e.l. 267/2000
Elezione del Sindaco e del Consiglio comunale nei  comuni sino ai 15.000 abitanti

1. Nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti, l'elezione dei consiglieri comunali si effettua con sistema maggioritario contestualmente alla elezione del sindaco.

2. Con la lista di candidati al consiglio comunale deve essere  anche presentato il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco e il programma amministrativo da affiggere all'albo pretorio.

3. Ciascuna candidatura alla carica di sindaco è collegata ad una lista di candidati alla carica di consigliere comunale, comprendente un numero di candidati non superiore al  numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai tre quarti.
(3-bis. Nelle liste dei candidati è assicurata la rappresentanza di entrambi i sessi. Nelle medesime liste, nei  comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti, nessuno dei due sessi  può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati, con arrotondamento all'unità superiore qualora il numero dei candidati del sesso meno rappresentato da comprendere nella lista contenga una cifra decimale inferiore a 50 centesimi).
In particolare, nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti, in applicazione dell’art. 71, comma 3, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, ciascuna lista deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai tre quarti e cioè:
- almeno 8 e non più di 10, nei comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti;
- almeno 9 e non più di 12 nei comuni con popolazione da 3.001 a 10.000 abitanti
- almeno 12 e non più di 16, nei comuni con popolazione da 10.001 a 15.000 abitanti

Art. 73 t.u.o.e.l. 267/2000
Elezione del consiglio comunale nei comuni con popolazione  superiore a 15.000 abitanti

1.  Le liste per l'elezione del consiglio comunale devono comprendere un numero di candidati non superiore al numero  dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai due terzi, con arrotondamento all'unita' superiore qualora il numero dei consiglieri da comprendere nella lista contenga una cifra decimale superiore a 50 centesimi. (Nelle liste dei candidati nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore a due terzi, con arrotondamento all'unità superiore qualora il numero dei candidati del sesso meno rappresentato da comprendere nella lista contenga  una cifra decimale inferiore a 50 centesimi).

2. Con la lista di candidati al consiglio comunale deve essere anche presentato il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco e il programma amministrativo da affiggere all'albo pretorio.
Più  liste  possono presentare lo  stesso candidato alla  carica di  sindaco. In  tal  caso  le  liste  debbono presentare il medesimo programma amministrativo e si considerano fra di loro collegate.
Nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, in applicazione dell’articolo 73, comma 1, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, ciascuna lista deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai due terzi, con arrotondamento all’unità superiore qualora il numero dei consiglieri da ricomprendere nella lista sia superiore a 50 centesimi, e cioè:
- almeno 11 e non più di 16, nei comuni con popolazione da 15.001 a 30.000;
- almeno 16 e non più di 24, nei comuni con popolazione da 30.001 a 100.000 abitanti;
- almeno 21 e non più di 32, nei comuni con popolazione da 100.001 a 250.000 abitanti o che, pur avendo popolazione inferiore, siano capoluoghi di provincia;
- almeno 24 e non più di 36, nei comuni con popolazione da 250.001 a 500.000 abitanti;
- almeno 27 e non più di 40, nei comuni con popolazione da 500.001 abitanti ad un milione di abitanti;
- almeno 32 e non più di 48, nei comuni con più di un milione di abitanti.


Art. 3. Legge n. 81 del 1993
Sottoscrizione delle liste

1.  La  dichiarazione  di  presentazione  delle  liste  di  candidati  al  consiglio  comunale  e  delle  collegate candidature alla carica di sindaco per ogni comune deve essere sottoscritta:
a) da non meno di 1.000 e da non più di 1.500 elettori nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti;
b) da non meno di 500 e da non più di 1.000 elettori  nei  comuni con popolazione compresa tra 500.001 e
un milione di abitanti;
c) da non meno di 350 e da non più di 700 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 100.001 e
500.000 abitanti;
d) da non meno di 200 e da non più di 400 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 40.001 e
100.000 abitanti;
e) da non meno di 175 e da non più di 350 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 20.001 e
40.000 abitanti;
f) da non meno di 100 e da non più di 200 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 20.000 abitanti;
g) da non meno di 60 e da non più di 120 elettori nei comuni  con popolazione compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti;
h) da non meno di 30 e da non più di 60 elettori nei  comuni  con popolazione compresa tra 2.001 e 5.000
abitanti;
i) da non meno di 25 e da non più di 50 elettori nei  comuni  con popolazione compresa tra 1.000 e 2.000 abitanti.

2. Nessuna sottoscrizione è  richiesta  per  la  dichiarazione  di presentazione delle liste nei  comuni  con popolazione inferiore a 1.000 abitanti.


DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER LA CANDIDATURA A SINDACO E CONSIGLIERE NEL COMUNE DI TIRANO

CONSIGLIERI ASSEGNATI N. 12 __________________________________                                                                                                      

1)  Lista dei candidati con l’indicazione del candidato alla carica di Sindaco.
Numero candidati: minimo 9, massimo 12.
(n.b. Nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati, con arrotondamento all’unità superiore qualora il numero dei candidati del sesso meno rappresentato nella lista contenga una cifra decimale inferiore a 50 centesimi)

2)  Dichiarazione di presentazione della lista.
Numero elettori sottoscrittori: minimo 60, massimo 120.

3)  Programma amministrativo (da redigere a cura dei candidati).

4) Dichiarazione di accettazione di candidatura alla carica di Sindaco firmata e autenticata; contenente anche la dichiarazione sostitutiva attestante l’insussistenza della situazione di incandidabilità a norma degli articoli 10 e 12 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235;

5) Dichiarazioni di accettazione di candidatura, alla carica di Consigliere comunale, firmate ed autenticate, contenenti anche le dichiarazione sostitutive attestanti l’insussistenza della situazione di incandidabilità a norma degli articoli 10 e 12 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235.

6)  Certificato attestante l’iscrizione nelle liste elettorali comunali dei presentatori sottoscrittori della lista (Rilasciato dall’Ufficio Elettorale**)

7)  Certificati  attestanti  l’iscrizione  nelle  liste  elettorali  di  un  Comune  della  Repubblica,  del candidato alla carica di Sindaco e dei candidati alla carica di Consigliere. (Rilasciato dall’Ufficio Elettorale**)

8)  MODELLO DEL CONTRASSEGNO DI LISTA.
n. 3 copie, anche a colori, con diametro di 10 cm. n. 3 copie, anche a colori, con diametro di 3 cm.
Da riprodurre, possibilmente, su cartoncino bianco, patinato e lucido.
Qualora venga usato il simbolo di uno dei partiti presenti in parlamento, occorre l’autorizzazione del Segretario politico o suo delegato.

I candidati dell’Unione Europea, che intendano presentare la propria candidatura a Consigliere comunale (essendo riservate ai cittadini italiani le cariche di Sindaco e di vice sindaco), devono produrre, all’atto del deposto della lista dei candidati ed in aggiunta a tutta la documentazione richiesta per i cittadini italiani dal decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570, e dalla legge 25 marzo 1993, n. 81, i seguenti altri documenti:
- una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e dell’indirizzo nella Stato di origine;
- un attestato, in data non anteriore a tre mesi, rilasciato dall’autorità amministrativa competente dello Stato di origine, dal quale risulti che non sono decaduti dal diritto di eleggibilità.

I cittadini dell’Unione Europea – ove non siano stati iscritti nelle liste elettorali aggiunte del Comune di residenza – devono presentare un attestato dello stesso Comune dal quale risulti che la domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte sia stata presentata nel termine stabilito dall’art. 3, comma 1, del decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 197, cioè non oltre il quinto giorno successivo a quello in cui è stato affisso il manifesto di convocazione dei comizi elettorali.

RAPPRESENTANTI DI LISTA SUI SEGGI

É possibile designare rappresentanti di lista che possono essere presenti ai seggi elettorali durante le operazioni elettorali. (Normativa di riferimento)

**ORARI DI APERTURA PER IL RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI DI ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI E ADEMPIMENTI RELATIVI ALLE CANDIDATURE

PER ELEZIONI EUROPEE

Sabato 13 aprile dalle 8.30 alle 12.15
Domenica 14 aprile dalle 9.30 alle 11.30
Lunedì 15 aprile dalle 8.15 alle 12.15 e dalle 14.30 alle 16.30
Martedì 16 e mercoledì 17 aprile dalle 8.00 alle 20.00


PER ELEZIONI COMUNALI

Martedì 23 aprile dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 16.00
Mercoledì 24 aprile dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 16.00
Giovedì 25 aprile dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 14.00 alle 16.00
Venerdì 26 aprile dalle 8.00 alle 20.00
Sabato 27 aprile dalle 8.00 alle 12.00


MODULISTICA

icon Accettazione candidatura a Sindaco

icon Accettazione candidatura a Consigliere Comunale

icon Modulo Presentazione Liste

icon Modulo Presentazione Liste – Atto separato


icon Modello Programma amministrativo

Istruzioni per la presentazione delle candidature

icon Nomina Rappresentanti di lista


Per maggiori informazioni relative alle modalità di voto, si segnala il link per visualizzare le istruzioni per la presentazione delle candidature:

https://dait.interno.gov.it/documenti/pub_01_amministrative_ed.2019.pdf

_________________________________________________________________________________________________________________

LISTE PRESENTATE NEI TERMINI PREVISTI

icon Elenco liste

 

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Dicembre 2019 Gennaio 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Impresa in un giorno (SUAP)

impresa un giorno

Portale servizi telematici (SUED)

 portale pst

 

Progetto Tangenziale di Tirano

Banner

CONSULTAZIONE PORTALE CARTOGRAFICO - TIRANO

cartografia tirano

CONSULTAZIONE PORTALE CARTOGRAFICO - SERNIO

pgt sernio


Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.